La dimensione conflittuale è parte della relazione umana. Scegli di non esserne sorpreso ed invischiato, diventa piuttosto un attore del cambiamento, riconoscendo le situazioni a rischio, per poterle disinnescare o veicolare verso una risoluzione positiva.

Acquisisci strumenti concreti che ti aiutino nella ricerca di un risultato utile, per te stesso, per la struttura organizzativa, per l’interlocutore esterno.

Le più recenti ed innovative ricerche sul tema (da Rosenberg a Gordon, da Patfoort a Glasl) e una pluriennale esperienza sul campo in svariati ambiti organizzativi, sono la base su cui poggia il nostro percorso, corredato da esempi pratici, per aiutare a rendere attuabile la gestione costruttiva del conflitto.

 

ARGOMENTI TRATTATI

  1. Evitare e disinnescare il conflitto

Evita di cadere in comunicazioni conflittuali, ed impara ad uscirne efficacemente, tramite l’utilizzo di un linguaggio consapevole. Integrando il modello di comunicazione nonviolenta di Rosenberg col manifesto della comunicazione non ostile in azienda, vedremo come attuare i suoi principi in ogni ambito, di persona come online. Grazie ad uno schema di formule verbali, potrai padroneggiare etiquette, netiquette e diplomazia.

  1. Trasformare costruttivamente il conflitto in azienda

Passa da una situazione loose-loose ad una dinamica win-win, all’interno di un conflitto.

Cambia prospettiva, impara ad immaginarti al posto del tuo interlocutore. Utilizza il nostro Metodo Specchio, una mappa veloce ed efficace, per comprendere in maniera funzionale la posizione altrui. L’empatia diventa uno strumento utile, e anche piacevole, al raggiungimento del tuo obiettivo. Partendo dal Metodo senza perdenti di Gordon, e dalla prospettiva interculturale di Giuseppe Mantovani, una metodologia snella e flessibile di gestione del conflitto interpersonale.

  1. Comprendere ed anticipare il conflitto nell’organizzazione

Implementa un modello comportamentale che vada a ridurre le condizioni per cui un conflitto possa esplodere.

Comprendere come funziona una organizzazione e su quali valori e presupposti impliciti si muovono i suoi responsabili può essere decisivo per evitare una escalation, ed ha ricadute significative su risultati, ambiente lavorativo ed obiettivi di lungo periodo.

 

APPLICAZIONI PRATICHE

Valuteremo assieme come:

  • distinguere le motivazioni che portano a risposte conflittuali: uno schema di domande trasversali per verificare, su se stessi e sugli altri, le origini di risposte potenzialmente conflittuali, all’interno ed all’esterno dell’organizzazione
  • cogliere gli aspetti essenziali della cultura aziendale (narrazione ufficiale vs sostanziale; testo&contesto vs storia&orgolio; ambiente interno vs mondo esterno)
  • discernere sintomi e radici del conflitto, il metodo organizzativo alla base, con l’aiuto del metodo TOC, teoria dei vincoli
  • distinguere la fase del conflitto in cui ci si trova (modello di escalation a 9 fasi)
  • sapere quando e come mettere in campo  modalità di aiuto- aiuto e mediazione orientata alla visione del futuro desiderato

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Solamente clienti che hanno effettuato l'accesso ed hanno acquistato questo prodotto possono lasciare una recensione.